Prevenzione delle cadute dall'alto nei lavori in quota nei cantieri edili e di ingegneria civile

Sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia Romagna n. 154 del 01/07/2015 è stata pubblicata la Delibera della Giunta Regionale n. 699 del 15/06/2015: Approvazione nuovo "Atto di indirizzo e coordinamento per la prevenzione delle cadute dall'alto nei lavori in quota nei cantieri edili e di ingegneria civile, ai sensi dell'art. 6 della L.R. 2 marzo 2009, n. 2; dell'articolo 16 della legge regionale 24 marzo 2000, n. 20".

La Delibera va a sostituire la precedente DAL 149/2013, cosiddetta normativa "Linee vita" dell'Emilia Romagna, in quanto era il provvedimento che introduceva anche in Emilia Romagna l'obbligatorietà di dotare gli edifici di sistemi anticaduta permanenti, generalmente identificati come "linee vita", anche se il provvedimento non prevede esclusivamente tali sistemi.

Il nuovo provvedimento è di immediata applicazione, infatti l'Art. 8 dispone l'entrata in vigore dal giorno successivo a quello della pubblicazione (ovvero, quindi, dal 2 luglio 2015).

Tra le novità principali ricordiamo:

  • applicazione dell'Atto di indirizzo e coordinamento anche agli interventi di edilizia libera riguardanti le coperture e/o facciate di edifici con FCVM (facciate vetrate continue che richiedano manutenzione)
  • esclusione delle sanatorie (nella precedente DAL 149/2013, invece, erano comprese anche queste)
  • modifica della procedura per l'applicazione (eliminato l'impegno del committente, ma previsto il deposito dell'Elaborato tecnico della copertura contestualmente alla richiesta di conformità edilizia e agibilità o alla comunicazione di fine lavori o la sua conservazione nel caso di interventi di edilizia libera)

 

Per gli approfondimenti rimandiamo al testo integrale, scaricabile qui:

 

NEWS: Seminario di approfondimento sulla D.G.R. 699/2015